32

Acquario controllato da Fishino (Arduino based)

Vi presento oggi il mio ultimo progetto, sul quale ho lavorato nell’ultimo periodo.

Mi ero preposto di integrare Arduino nel mio acquario. Già nel periodo estivo avevo scelto Arduino per dotare l’acquario di luci colorate e per tenere sotto controllo la temperatura dell’acqua per non incorrere in spiacevoli situazioni di riscaldamenti eccessivi.

Ho quindi pensato di far controllare ad Arduino anche gli altri aspetti che riguardano l’acquario: temperatura, temporizzazione di plafoniere neon, erogazione di CO2, diffusore di ossigeno, eccetera.

Con l’uscita sul mercato della scheda Fishino UNO, della quale vi ho parlato poco tempo fa, ho deciso cosa utilizzare per il mio scopo: Fishino appunto (che anche il nome si addice a tale scopo).

 

Risultato finale (con qualche piccola modifica che verrà trattata)

 

Funzionamento

Prima di vedere sketch e circuito vediamo quali sono le funzionalità di questo progetto.

Lo scopo ultimo del progetto non era quello di sostituire l’azione umana nell’acquario, quella è una passione e non ci penso nemmeno a privarmene, ma l’idea era di dare un valido aiuto nella gestione e nella temporizzazione di tutti gli accessori necessari per la corretta gestione dell’acquario. In particolare grazie ad un RTC, del quale è dotato Fishino Uno, con batteria tampone non era più necessario usare quei timer che, in caso di assenza di luce, si sregolavano e si era costretti ad intervenire manualmente. In questo modo l’orario, una volta impostato rimane in memoria e, grazie alla batteria tampone, oltre a fornire ad Arduino di una cognizione del tempo si è sicuri che l’orario non sia perso.

In base all’orario Fishino è in grado di sapere se sia il momento di erogare anidride carbonica, di accendere le luci al neon necessarie alla fotosintesi delle piante, di erogare ossigeno per realizzare simpatici giochi con le bolle, attivare delle luci al led di un colore predefinito, ecc… Tutto questo è attivato da Fishino in base all’orario e in base anche a quanto l’utilizzatore ha inserito in una microSD, il cui lettore è presente su Fishino.

Oltre a questo vi è un controllo della temperatura e ogni 30 minuti Fishino si connette tramite Wi-Fi (ha il modulo on board) alla rete di casa e invia il valore della temperatura ad un database MySQL grazie al quale è possibile vedere l’andamento della temperatura su un grafico con ogni dispositivo connesso ad internet. Oltre a questo la temperatura, se si alza troppo, è abbassata tramite l’attivazione automatica di una ventola diretta verso il pelo dell’acqua che, evaporando, fa abbassare la temperatura. Se la temperatura raggiunge livelli critici viene automaticamente inviata una e-mail in modo da poter essere informati per tempo.

Per quanto riguarda il riscaldamento invece ho deciso di renderlo autonomo (così come il filtro), per non rischiare che in caso di blocco venissero a mancare le funzioni vitali per i pesci e le piante.

Infine grazie ad un comodo display si può vedere la temperatura, orario, giorno e colore luci con aggiornamento ogni secondo.

 

Occorrente

  • 1 scheda Fishino UNO;
  • 1 scheda Arduino (va bene l’UNO);
  • 3 relè 220V pilotati a 5V;
  • 3 resistenze da 220 Ω;
  • 1 resistenza da 4.7 kΩ;
  • 1 sensore DS18B20 (sensore sonda per la temperatura);
  • 1 trasformatore 12V;
  • 1 trasformatore per alimentare Arduino;
  • 1 display LCD 20×4 non I2C (vanno bene anche gli altri ma si dovranno adattare le parti di sketch);
  • 1 interruttore 5V (va bene anche un bottone);
  • 1 potenziometro da 10k per regolare il contrasto del display;
  • 1 striscia led RGB da 12V (si può fare con più di una ma non ho provato);
  • 3 transistor (io ho usato i ransistor NPN BC547B);
  • 1 microSD (basta poca capacità);
  • Sito web con database MySQL (clicca qui per ottenerli gratis con Altervista, troverai le istruzioni per sapere come fare).

 

Circuito

Prima di discutere del circuito vediamo lo schema:

Schema circuito (per vederlo al meglio conviene scaricare l'immagine e vederla ingrandita)

Schema circuito (per vederlo al meglio conviene scaricare l’immagine e vederla ingrandita) – NOTA: la resistenza per il sensore della temperatura è in realtà di 4.7 e non 10 k

 

Scheda Fishino UNO

Questa scheda è stato oggetto di un articolo passato, dacci un’occhiata se ti va. In sostanza però le funzionalità di questa scheda che ho sfruttato sono:

  • lettore di microSD;
  • modulo Wi-Fi;
  • RTC module.

 

Scheda Arduino (va bene l’UNO)

Il “problema” di Fishino è che per usare tutto l’hardware che ha on board necessita di alcune librerie molto ben fatte, soprattutto per quanto riguarda la connessione Wi-Fi. E questo determina un utilizzo di memoria che, in aggiunta a tutte le librerie che occorrono per questo progetto, in aggiunta poi al fatto che tali librerie spesso sono fatte male oppure occupano spazio inutilmente, va a finire che non c’è più spazio per tutto.

Perciò ho deciso di usare un secondo Arduino collegato tramite SDA e SCL a Fishino che, in base ai comandi ricevuti, mostrerà su un display la temperatura, l’orario e altre informazioni. Inoltre comanderà anche le luci led RGB in base ai comandi che gli giungono da Fishino.

 

3 relè 220V pilotati a 5V

Questi relè occorrono per attivare e disattivare, in base all’orario o in base alla temperatura dell’acqua:

  • Plafoniere al neon;
  • Erogatore di CO2: questo è aperto o chiuso tramite una elettrovalvola normalmente chiusa che, una volta eccitata, apre il tubicino della CO2. Quindi il relè attiva l’elettrovalvola. Almeno io ho optato per questa soluzione;
  • Ventola per il raffreddamento se la temperatura è troppo alta: qui ho usato un relè in modo tale da poter usare tutti i tipi di ventola che voglio, da quelle USB da 5V a quelle superiori, senza dover cambiare il circuito. Ho collegato al relè una spina femmina. Quindi è sufficiente collegare a tale presa la spina della ventola che si è scelta;
  • Erogatore di ossigeno: questo è usato solo per qualche gioco con le bolle e per fornire ossigeno per qualche ora prima dello spegnimento delle plafoniere al neon per evitare che con la notte ci sia un eccesso di anidride carbonica fornita dalle piante e di conseguenza carenza di ossigeno perchè, come noto, di giorno le piante utilizzano anidride carbonica e producono ossigeno mentre la notte avviene il contrario.

Per comodità ho unito in un unico relè le plafoniere al neon e l’elettrovalvola della CO2 in modo tale da fornire CO2 solo durante il periodo di luce (8-9 ore al giorno).

 

 

Sensore DS18B20

Come si presenta il sensore

Come si presenta il sensore

 

Questo sensore serve per misurare la temperatura dell’acqua.

Specifiche:

  • Misura temperature da -10°C a +85°C;
  • Accuratezza di ±0.5°C;
  • Temperatura di lavoro da -55 a +125°C ma si consiglia di non superare i 100°C;
  • Tensione di lavoro da 3.0V a 5.5V;
  • Aggiornamento ogni max 750 ms.

Cablaggio:

Potresti trovare due tipi di sensore, in base a questo cambia il colore dei cavi.

  • TIPO 1:
    • Rosso: Vcc;
    • Nero: Gnd;
    • Giallo: Dati.
  • TIPO 2:
    • Rosso: Vcc;
    • Giallo: Gnd;
    • Verde: Dati.

 

Acquista il sensore.

 

Display LCD 20×4

IMG_20151022_221103

Nel display sono mostrati:

  • La temperatura: il simbolo ° è da ricercare nella documentazione del display che acquisti. Una volta trovato lo puoi inserire nello sketch dello slave (che troverai poi nello zip che scaricherai) alla riga 91:
    riga1 += (char)223;
  • Il colore attuale delle luci RGB (nell.ordine rosso, verde, blu);
  • Data e ora attuali nel formato GG/MM/AAAA  hh:mm:ss.

Acquista il display.

 

Interruttore 5V (va bene anche un bottone)

Serve per accendere o spegnere la retroilluminazione del display in modo da usarla solo quando serve.

 

1 striscia led RGB da 12V

Io ho usato quelle dell’IKEA ma vanno bene anche le altre.

Effetto con luce blu – Luce notturna

 

microSD

Nella microSD si dovranno inserire 2 file di testo per impostare gli orari di accensione e spegnimento di plafoniere + CO2, dell’erogatore di ossigeno e per impostare il colore delle strisce led a orari precisi. Nello zip trovi anche questi due file + le istruzioni per compilare questi file. Lo sketch è impostato in modo da accettare 4 orari+colori per quanto riguarda le strisce led e 4 orari per bolle e plafoniere.

I file di testo si devono compilare così:

Luci led RGB

Per il colore delle luci RGB aprire il file luci.txt e inserire gli orari di accensione in questo formato (HHMMSSHHMMSSRGB)

Esempio:
Alle 19:00:00 si accende questo (45,90,200) in formato RGB e si spegne alle 20:00:00: 190000200000045090200
Plafoniera + CO2

Per accendere e spegnere la plafoniera neon e la CO2 (sono abbinate) inserire in plaf.txt un carattere uno dopo la sequenza acceso spento nel formato HHMMSS

Esempio:

Accensione 13:00:00 e spegnimento 22:00:00 inserisco 1300002200001
Bolle ossigeno

Stessa cosa di plafoniera ma con un carattere due in fondo.

 

Sketch

Dopo aver scaricato il file zip del progetto, prima di caricare lo sketch devi effettuare alcune modifiche nello sketch del master:

  1. Alle righe 30 e 31 devi inserire il nome della tua rete Wi-Fi e della relativa password:
    #define MY_SSID	"tua_rete"
    #define MY_PASS	"tua_password"
  2. Alla riga 113 devi inserire il server, il sito dove inserirai il file php di cui parleremo dopo:
    char server[] = "www.tuosito.it";
  3. Alla riga 158 modifica il percorso del file in.php se non lo hai inserito nella cartella principale del sito:
    temperature = "GET /in.php?t=";
  4. Alla riga 177 inserisci nuovamente il tuo sito come al passo 2:
    client.println("Host: www.tuosito.it");

 

L’idea di fondo è che Fishino (il master) si connetta alla rete Wi-Fi nel setup e poi ogni secondo controlla se deve attivare o spegnere i vari dispositivi e invii comandi allo slave che accenderà o spegnerà le luci RGB o mostrerà sul display i vari dati. A volte poi Fishino invierà dei comandi di reset allo slave o si resetterà una volta al giorno. Ogni 30 minuti poi Fishino invierà la temperatura che sarà registrata nel database MySQL.

Come dicevo c’è un problema di spazio, infatti alla condizione attuale il messaggio che comparirà sull’IDE di Arduino al momento della compilazione è:

Lo sketch usa 31.966 byte (99%) dello spazio disponibile per i programmi. Il massimo è 32.256 byte.
Le variabili globali usano 1.626 byte (79%) di memoria dinamica, lasciando altri 422 byte liberi per le variabili locali. Il massimo è 2.048 byte.
Poca memoria disponibile, potrebbero presentarsi problemi di stabilità.

Ma non preoccuparti, il tutto funziona benissimo.

 

LIBRERIE NECESSARIE

  1. Fishino: Per quanto riguarda Fishino rimando alla guida ufficiale per sapere come installare le librerie, aggiornare il firmware e avere altre informazioni: clicca qui.
  2. RTC: clicca qui.
  3. OneWire: clicca qui.

Come impostare l’orario la prima volta

  1. Apri l’IDE di Arduino;
  2. File – Esempi – RTClib – softrc
  3. Compila e carica questo sketch in Fishino. Questa riga di codice permette di inserire automaticamente l’orario da quello del sistema operativo al momento della compilazione:
    rtc.begin(DateTime(F(__DATE__), F(__TIME__)));
  4. Ora carica lo sketch del master.

 

 

AcquarioFISHINO
AcquarioFISHINO
AcquarioFISHINO.zip
213.5 KiB
994 Downloads
Dettagli

 

Database

Creare una tabella chiamata acquario con 2 campi Temperatura e Timestamp con queste caratteristiche:

tabellaacquario

Il risultato sarà questo:

tabellaacquario2

 

File PHP in.php

Nel file zip trovi un file chiamato in.php. Questo è quello al quale si collegherà Fishino e grazie al quale sarà in grado di caricare sul database la temperatura.

Modifiche da fare prima di caricarlo sul sito (se lo metti in qualche cartella ricordati di modificare nel master anche:
temperature = “GET /in.php?t=”;):

  1. Righe dalla 5 alla 9. Impostare i parametri del database:
    $username="username";
    $password="password";
    $db="database";
    $tablename = "acquario";
    $host="host";
  2. Righe 39 e 45. Inserisci l’indirizzo e-mail (mail@mail.com) sul quale vuoi ricevere i messaggi per le temperature critiche:
    mail('mail@mail.com','Temperatura acquario CRITICA',$messaggio);

NOTA: Ti conviene cambiare per sicurezza il nome del file php (ovviamente anche nello sketch) così da renderlo personale.

Grafici

Il file acquario_grafico.php serve per vedere il grafico. Caricalo sul tuo sito ma dopo le modifiche necessarie.

Modifiche da fare:

  1. Righe da 21 a 25. Inserire i parametri del database come prima:
    $username="username";
    $password="password";
    $db="database";
    $tablename = "acquario";
    $host="host";

Come puoi vedere sono sfruttate le librerie messe a disposizione da Google.

 

Qui puoi vedere come esempio il grafico del mio acquario.

 

Download

Ecco il file zip contenente tutto il necessario.

AcquarioFISHINO
AcquarioFISHINO
AcquarioFISHINO.zip
213.5 KiB
994 Downloads
Dettagli

 

 

Importante

A seguito di alcuni aggiornamenti alle librerie di Fishino, lo sketch master è diventato troppo grande. Se vi trovate in questa situazione ho caricato nello stesso file zip uno sketch semplificato che in teoria dovrebbe funzionare. Non posso purtroppo provarlo.

Trovate tutte le istruzioni e indicazioni delle modifiche/semplificazioni nel file di testo nella cartella acquario_master_modify dello zip.

 

 

 

Modifiche

Alcune modifiche che ho effettuato:

  • Ho modificato leggermente l’output mostrato nel display eliminando i codici dei colori e inserendo un sensore DHT11 per mostrare anche la temperatura della stanza esterna e fare così una comparazione
  • Ho inserito una sonda per misurare il pH (articolo correlato)
Display

Display

 

 

Share This:

Simone

Studente Data di nascita: 12/07/1990 - Parma, IT Hobbies: Informatica, acquariofilia, viaggi, tecnologia, aria aperta, sport, web.

32 Comments

  1. Simone,
    in compilazione lo sketch Acquario_master mi da il messaggio di errore “sketch troppo grande”.
    Ciò si verifica con versioni IDE 1.6.4 1.6.5 ed 1.6.8 sia in ambiente OS X sia in ambiente Win 7.
    Cosa posso fare?
    Grazie.
    Antonio

    • Ciao, ho purtroppo appurato che con gli aggiornamenti delle librerie di Fishino, lo sketch (già al limite) ha sforato. Ho realizzato uno sketch semplificato che in teoria dovrebbe funzionare ma che purtroppo non posso provare. Ho inserito lo sketch aggiuntivo nello stesso zio (dovrai riscaricarlo). L’ho inserito nella cartella acquario_master_modify.
      All’interno c’è un file di testo con alcune indicazioni delle cose che ho dovuto modificare (cose da poco o niente) ma che forse si possono parzialmente integrare.

      • Si, adesso è ok.
        Nel file file acquario_grafico.php che modifiche vanno fatte? perché ciò che viene riportato nel testo non corrisponde a quanto è descritto nell’articolo.
        Grazie

        • Devi modificare le righe relative ai tuoi dati di connessione.. host, password, username, ecc… Nel testo e nell’articolo ci sono valori generici. Lì devi metterci i tuoi.

  2. Tutto ok…purtroppo non è la prima volta che l’editor EditRocket mi fa lo scherzetto di troncarmi il file alle prime righe. Adesso sono passato a TextWrangler e speriamo bene!

  3. Ciao Somone,
    E’ un po’ che ti seguo e vedendo questo p rogetto mi è venuta subito voglia di replicarlo. Il problema è uno solo, fishino mi carica i dati nel database ogni 2/3 secondi, sapresti dirmi qual’ è il problema?
    Grazie in anticipo

    • Ciao Mattia, intendi che ogni ora il database si popola di più di un valore per volta (tipo 2 o 3 dati ogni 2 secondi) oppure che ogni 2 secondi vedi una riga di tabella in più?
      Se è il primo caso, la spiegazione è che per non rischiare di perdere una temperatura non la faccio solo una volta ogni mezz’ora ma viene fatta per 2 o 3 secondi (non ricordo di preciso) ogni mezz’ora

      • Scusa per il.. emh.. leggero ritardo, ma ho avuto altri progetti più importanti per la testa in questi mesi.. comunque intendevo dire che ogni 2 secondi si crea una riga in più nella tabella..

          • Ho scaricato il firmware e sostituito tutte le cose che andavano sostituite.. Però, il problema sta nell’if ((minuti == 0 or minuti == 30… E sulla stringa per resettare il modulo wifi, contenuta nell’if, infatti se metto la parentesi graffa e faccio finire l’if dopo il reset (cosa sbagliata da fare), mi carica il dato ogni due secondi ovviamente, perché segue il void loop, mentre se la lascio dov’è non carica niente nel database..

          • Finalmente ci sono riuscito.. probabilmente per colpa degli aggiornamenti delle librerie, l’RTC non rilevava la data e l’ora, ma, aggiungendo qualche riga di codice me la sono cavata.. adesso l’RTC rileva l’ora e ogni mezz’ora mi trovo i dati nel database e nel grafico.. finalmente posso monitorare l’acquario!

  4. Ciao Simone scusa il disturbo cerco aiuto per collegare lo stesso visore pero seriale e al posto di Fishino sono in possesso di una scheda rete con SD mod. UNO Shield Ethernet Shield W5100 R3. (Non sono un programmatore di professione)

    • Ciao Angelo. Non è troppo complesso sostituire Fishino con Arduino. Fishino ha la comodità che ha tutto on board. Se vuoi usare Arduino allora puoi prendere lo sketch per Fishino e, quando trovi delle funzioni provenienti dalla libreria Fishino, le devi sostituire con quelle per Arduino. Non è troppo complesso. Ad esempio quando ci si connette al Wifi si può usare le funzioni dell’ESP8266 (usando anche questo modulo ovviamente) oppure una Wifi Shield di Arduino (ci sono molte similitudini con questa). Stessa cosa per lo scandire del tempo, quando si recupera l’orario lo si deve recuperare interfacciando l’RTC clock (qui le funzioni credo siano le stesse). Per l’SD stessa cosa.
      La cosa che cambia è che in Fishino i pin utilizzati sono già preimpostati, in Arduino devi preparare tutto tu. Però non è complesso.
      Per il display invece non c’è problema. Lo si può usare e, essendo I2C, risparmi pin.
      Ti consiglio in ogni caso di valutare Fishino, è molto valido

  5. Scusa dimenticavo di dirti che il display è Blu IIC / I2C / TWI 2004 204 20 X 4 LCD seriale. Non so se è compatibile con Arduino UNO. Inoltre sono in possesso di un RTC Real Time Clock I2C DS1307 AT24C32. Puoi aiutarmi. Grazie. (Ricordati che è il mio primo progetto con Arduino).

  6. Ciao Simone, innanzitutto complimenti per il progetto ! Io volevo un sistema per automatizzare il mio paludario (mezzo acquario e mezzo terrario), sono un novizio e vorrei un sistema che mi controlli:
    1- luci (effetto alba/tramonto/luce lunare)

    2- controllo umidità
    2.1 – azionare ventola aspirazione ed quella ad estrazione d’aria
    2.2 – azionare umidificatore effetto nebbia
    2.3 – azionare il sistema “effetto pioggia”

    3 – varie, temperatura, co2, (inserire una piccola cam per vedere il paludario da remoto – trascurabile !!!) ecc ecc.
    Potresti consigliarmi cosa fare ? ti ringrazio infinitamente 🙂

    • Ciao Manuel.
      Provo a rispondere a tutte le tue domande, facendo riferimento al progetto dell’acquario indicando cosa dovresti modificare:
      1- luci (effetto alba/tramonto/luce lunare): potresti inserire i colori corrispondenti ai colori di cui necessiti per fare l’effetto alba/tramonto/luna, es giallo, rosso, azzurro. Considera però che allo stato attuale lo sketch non permette il passaggio graduale da un colore all’altro ma semplicemente passa tra i colori senza un passaggio graduale. Si dovrebbe aggiungere.

      2- controllo umidità: potresti inserire un sensore tipo quello che ho usato nella mia centralina meteo (il sensore DHT22), nel link trovi anche lo schema per collegarlo. C’è anche il DHT11 ma te lo sconsiglio poichè non preciso, anche se costa meno.
      2.1 – azionare ventola aspirazione ed quella ad estrazione d’aria: qui bastano 2 relè che si attivano nello stesso modo di quelli usati da me per co2, aeratore, ecc. Qui non so se funzionano a tempo o in base a umidità e temperatura, devi vedere in base al tuo scopo. Nel primo caso basta vedere il tempo sfruttando l’RTC module, nel secondo il valore letto dai sensori di temperatura.
      2.2 – azionare umidificatore effetto nebbia: stessa cosa, un relè
      2.3 – azionare il sistema “effetto pioggia”: non so bene cosa sia però immagino sia un dispositivo già pronto. Nel caso, anche qui basterebbe un relè
      3 – varie, temperatura, co2, (inserire una piccola cam per vedere il paludario da remoto – trascurabile !!!) ecc ecc.: per la temperatura potresti pensare di usare solo il DHT22 (che ti ho indicato prima), infatti questo legge anche la temperatura (ovviamente non puoi immergerlo nell’acqua) oppure potresti usare sia il DHT22 sia il sensore sonda DS18B20 che io ho usato nell’acquario e fai una media tra le due temperature. Oppure usi il DHT22 per la temperatura esterna all’acqua e il DS18B20 per quella dell’acqua.
      Per la temperatura appunto DHT22 e/o DS18B20
      per la CO2 cosa intendi? Un sensore per leggerne i livelli o solo per attivare l’erogatore? Nel primo caso non mi sono mai informato, ma credo che esistano sensori (cari). Nel secondo caso puoi fare come ho fatto io nell’acquario, con un relè temporizzato.
      Per la cam per vederla in remoto è complesso da gestire con Arduino/Fishino/simili. Il mio consiglio è di prendere una IP cam wireless (magari IR per visione notturna, se non dà fastidio in alcun modo alla vita acqua/terra e la colleghi al tuo router. Poi la vedi tramite IP o altri servizi. Però ti consiglio di metterla a parte.

      Per quanto riguarda il caricare i dati online per vedere un grafico (tipo il mio acquario) puoi agire nello stesso modo (ovvero l’invio dei dati come nel progetto dell’acquario) inviando o tutti i dati insieme (usando la & per separare i dati) oppure invii un dato per volta (guarda il progetto della centralina meteo di cui ti parlavo prima).

  7. ciao Simone,sarei interessato al progetto di un controller per acquario, e ho visto il tuo. Vorrei chiederti:
    Posso controllare il mio riscaldatore d’acqua, in modo che al di sotto di una temperatura, vada in funzione? E viceversa una ventola per raffreddare?
    Potresti darmi indicazioni per qualche altro progetto, che legga i dati (Ph ecc.) dell’acqua?
    Ti ringrazio
    Paolo

    • Ciao Paolo,
      puoi controllare riscaldatore e ventola. Puoi infatti inserire due relè (uno per ventola, uno per riscaldatore) che si eccitano e attivano in base al valore della temperatura letta. Unico problema è che con Fishino UNO non sono sicuro che tu abbia spazio ulteriore per modificare lo sketch. Ti consiglio quindi, per non rischiare, Fishino MEGA (quando ho realizzato io il progetto, non era ancora disponibile).
      Per il PH ti consiglio di leggere questo mio articolo: http://www.dallaf.it/simo/wp/2016/03/26/usare-sonda-ph-arduino/
      che si può benissimo integrare nello sketch. Ovviamente se poi vuoi salvare il valore del PH nel database dovrai modificare anche database, query di caricamento, ecc…

      Simone

  8. Ciao Simone, vorrei capire come inserire il grafico dinamico nel sito. Mi servirebbe solo vedere una temperatura. Andrebbe bene un sito in WordPress? Che riga di testo devo aggiungere?
    Grazie!

    • Ciao Lorenzo. Per visualizzare il grafico della temperatura devi scaricare i codici e usare il file acquario_grafico.php. I dati verranno caricati nel DB.
      Certo, puoi usare anche wordpress, io nella mia prima versione usavo un sito non wordpress, ora come vedi lo uso invece.
      Il modo più veloce è quello di usare il plugin “PHP Code For Posts”. Questo plugin ti permette di creare degli snippet in cui inserire codice php da richiamare usando il loro id. E’ davvero semplice.
      PROBLEMA: per quanto riguarda le parti di php non devi far altro che riportarle nei tag ?php ?. Per quanto riguarda gli script js invece devi fare un piccolo lavoro in più. Il modo più semplice è trasformare la parte dello script in stringa e poi fare echo $codice; dove codice è la stringa con lo script. Esempio: sc ript src="https://www. googl e.com/jsapi"// [CDATA[
      // ]] /scr ipt
      diventa echo 'script src="https://www.go ogle.com/jsapi"// ![CDATA[
      // ]]/script';

      P.S. ho dovuto omettere le parentesi > negli script perchè non potevo inserirle nel commento. Spero tu abbia comunque capito il concetto

      • Ciao Simone, scusami ma non ho esperienza riguardo al caricamento di database remoti. Ho creato nel mio sito in altervista nella sezione php_myadmin una tabella come hai consigliato tu. Lo sketch di Arduino l’ho semplificato perchè mi serve solo la temperatura.
        Ho cambiato la riga char server con
        char server[] = “www.miositonome.altervista.org”;
        Ho cambiato la riga che caricava la temperatura con
        if ((minuti == 0 or minuti == 1) and secondi >= 0 and secondi <= 5)
        per farla caricare ogni minuto.
        Nel serial monitor mi dà
        successfully connected to AP
        Ma il database non si popola. Dove posso aver sbagliato?
        Grazie e scusa per il disturbo.
        Lorenzo

        • L’orologio del modulo RTC è impostato correttamente? La tabella che campi ha? Se preferisci scrivimi per mail..

  9. Ciao Simone, i miei complimenti al tuo ottimo lavoro: ce ne fossero di persone come te appassionate del proprio lavoro !
    Vengo al problema. La mia scheda Fishino ha purtroppo l’aggiornamento al firmware 7.3.0 e quindi compilando sias il tuo lavoro qui presentatao sul sito, sia quello presentato su EIN del Febbraio 2016 ottengo degli errori. In particolare, per il software presentato su EIN ottengo il seguente risultato:

    D:\Fishino\acquario EIN\Acquario_Fishino_ok\Acquario_Fishino_ok.ino:11:28: fatal error: FishinoSockBuf.h: No such file or directory

    #include
    ^
    compilation terminated.
    Uso la libreria Wire alla versione 1.0 nella cartella: C:\Users\Gino\AppData\Local\Arduino15\packages\fishino\hardware\avr\7.3.2\libraries\Wire
    Uso la libreria RTClib-master alla versione 1.2.1 nella cartella: C:\Program Files\Arduino\libraries\RTClib-master
    Uso la libreria Flash nella cartella: C:\Program Files\Arduino\libraries\Flash (legacy)
    Uso la libreria Fishino alla versione 7.3.2 nella cartella: C:\Program Files\Arduino\libraries\Fishino
    exit status 1
    Errore durante la compilazione per la scheda Fishino UNO.

    Che posso fare ? Mi puoi indicare quale versione del firmware usavi ?
    Ti ringrazio tanto.
    Gino

    • Ciao, scusa per il ritardo. Purtroppo non ricordo la versione FW usata. Però ricordo che un utente sulla pagina facebook di Fishino aveva espresso il tuo stesso problema.
      Ti consiglio di chiedere sul gruppo, Massimo (il creatore del Fishino) sarà sicuro felice di risponderti. Ti lascio il link del gruppo FB: qui

  10. ciao , i complimenti pe ril progetto m i sembrano scontati 🙂 anche un grazie, per l aiuto che ci dai,
    volevo costruire una cosa simile alla tua , piu semplice per quello che riguarda le luci, usando semplici led bianchi , per l illuminazuione, rossi e blu per le piante, volevo aggiungere un controllo del ph per impostare la somministrazione della co2 , si potrebbe trasmettere oltre alla temperatura il valore della co2? grazie

    • Ciao Alberto, grazie
      Per inviare il valore della CO2 è possibile però non ho mai provato perchè quando ho realizzato il progetto non ho trovato dispositivi economici e quindi ho deciso di usare quello con lettura manuale.

  11. scusa lo stress 🙂 ma sto diventando matto , un po sono abbastanza nuovo in arduino e l rtc e per me una cosa sconosciuta 🙁 volevo modificare o meglio semplificare un po il tutto quindi non usero fish uino ,ma solo arduino e un rtc in piu ho aggiunto la somministrazione del cibo , ( fatta con un micro separato perch enon avevo la piu pallida idea di come interfacciare il tutto ( ho usato un semplice delay).la mia domanda e questa è una cosa fattibile? potrei con arduino collegarmi come con fish uino ed inviare i due valori( temperatura co2)? grazie ancora e scusa le tante domande

    • Ciao,
      certo che è possibile usare Arduino e non il Fishino. Diventa solo più costoso poichè vanno aggiunti i vari moduli che trovi on board nel fishino. Per collegare Arduino ad internet con poca spesa puoi usare il modulo ESP8266.

      • ciao grazie mille della risposta , stavo cercando, di scrivere un codice ( siccome non mi piace copiare ma prendere spunti ed imparare , sto seguendo il tuo per cercare di capire il funzionamento e crearne uno da me, spero funzionante, ho gia scritto la parte di codice per l illuminazione disciminando estate inverno , ho aggiunto un modulo rtc , lcd , sonda ph ( seguendo il tuo post) e una uscita per pilotare la co2 , relativo stampato ( che se voleto postero)il problema adesso e questo , ho finito i pin:( volevo comandare l accensione , dell illuminazione dell lcd tramite un pulsante ,
        premetto che mi hannop sconsigliato di usare un lcd l2s abbinato al modulo rtc , non ho piu pin pwm per far accendere il led , in piu non potre collegarci il modulo wireless per trasmetterei dati, hai qualche consiglio? sto cercando in rete ma non ho trovato nulla di esastuvo, grazie ancora per la risposta(p.s. spero di non essere andato ot)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *