0

Cosa fare se Secure Setting non rileva il root su Android

Hai fatto il root al tuo smartphone Android e vorresti usare Secure Setting al massimo delle sue possibilità e quindi vorresti utilizzare System+ Module (magari per permettere a Tasker o ad altre applicazioni simili di attivare il GPS in determinate occasioni o per altri svariati compiti) ma, quando è arrivato il momento di attivare le features “avanzate”, non viene rilevato il root sul telefono anche se il procedimento è stato concluso correttamente?

Anche io avevo questo problema ma, cercando in giro per la rete, ho trovato alcuni consigli che mi hanno permesso di risolvere. Ovviamente sei libero di seguire o meno questi consigli, non so been quali rischi ci siano (e se ci siano) ma ho rischiato e, a vedere i risultati, ho fatto bene a rischiare.

Ecco la procedura (dando per scontato che il rooting del telefono sia stato completato con successo, che si abbiano attive le opzioni sviluppatore, che il debug USB sia attivo e che sul PC siano installati i driver corretti del dispositivo):

  1. Aprire il terminale (prompt comandi) e digitare i seguenti comandi;
  2. adb shell
  3. su
  4. mount -o remount,rw /system
  5. touch /sbin/su /system/bin/su /system/xbin/su
  6. mount -o remount,ro /system
  7. exit

 

Dopo il riavvio del telefono potrete attivare System+ Module in Secure Setting.

System+ Module ENABLED

System+ Module ENABLED in Secure Setting

I permessi di root verranno riconosciuti come si vede nell’immagine.

 

N.B. Non mi prendo la responsabilità per le possibile conseguenze (io non ne ho avute).

 

Share This:

Simone

Studente Data di nascita: 12/07/1990 - Parma, IT Hobbies: Informatica, acquariofilia, viaggi, tecnologia, aria aperta, sport, web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *